Home » ILLUSTRAZIONE FORMULA KO

ILLUSTRAZIONE FORMULA KO

ILLUSTRAZIONE FORMULA TORNEO KO

ILLUSTRAZIONE TORNEO FORMULA KO      

 

Il torneo formula KO è un torneo diverso dai tradizionali tornei di burraco, certamente non nelle regole del gioco che restano invariate, quello che varia invece è il metodo di formazione dei tavoli per i vari turni di gioco. Noi della NEAPOLIS con l’autorizzazione del presidente Avv. Modica che ringraziamo, siamo la prima associazione a sperimentare in F.I.Bur. ed in Italia questa formula, sicuri che trovi tra chi non la conosce lo stesso piacere ed il giusto gradimento pari all’ entusiasmo che ci ha spinto a questa sfida speciale.  Proveremo con parole semplici a spiegare come verrà articolato questo particolare torneo molto tecnico ed avvincente e che secondo noi da più equilibrio e non solo, a tutto il torneo, infatti alla fine la coppia vincente del torneo sarà la coppia che più di tutte merita la vittoria in quanto indipendentemente dai punti realizzati avrà vinto tutte le partite previste, nel nostro caso 7 .

Se facciamo un paragone con gli altri sport (esempio il calcio o il basket o qualsiasi altro sport) prima bisogna vincere la partita che determina l’assegnazione dei punti in classifica, poi vengono considerati i gol o le reti realizzati e/o subiti ( nel nostro caso i V.P e M.P.).  Automaticamente si comprende bene che in questo tipo di torneo i 20 a 0  per la vittoria finale contano ben poco.

                                

                       KO sta per Turno o Partita vinta

 

Si deduce quindi che solo chi vince la partita anche con una differenza punti di soli 5 (M.P.) positivi avanza nella classifica del torneo o meglio passerà al turno successivo. Quindi le posizioni in classifica saranno determinate in primis da: 1° turni vinti - 2° V.P.- 3° M.P. e 4° i M.P. della prima mano. Nell’eccezionale caso di una partita finita con una differenza punti pari a zero per passare il turno verrà presa in considerazione la differenza esistente al termine della terza smazzata, nel caso in cui anche quella dovesse risultare pari a zero, quella esistente al termine della seconda smazzata e così via.

L’ideale per questo tipo di torneo è avere in fase di iscrizione:

  • 16 coppie pari a 8 tavoli in modo da poter sviluppare un torneo di 4 turni,
  • 32 coppie pari a 16 tavoli per sviluppare un torneo di 5 turni,
  • 64 coppie pari a 32 tavoli,  per un torneo di 6 turni
  • 128 coppie pari a 64 tavoli per un torneo di 7 turni.

 

Dopo la fase di accreditamento col metodo random vengono stabilite le posizioni ai tavoli per il primo turno di gioco, per semplificare l’illustrazione facciamo un esempio per un torneo di 16 tavoli per 32 coppie iscritte da farsi in 5 turni.

 Terminata la prima partita ci saranno 16 coppie che avranno vinto il 1 turno ( evidenziate nei report “colonna T.V.”  e 16 coppie che avranno vinto zero turni cioè le coppie perdenti.

Si passa a questo punto alla disputa del secondo turno.

Le 16 coppie vincenti formeranno 8 tavoli che si affronteranno nel secondo turno del KO secondo la classifica  determinata con i parametri detti in precedenza.

Mentre per le 16 coppie perdenti ( 8 tavoli) da questo momento per loro non conterà più la vittoria del turno, in quanto la classifica verrà stilata fino alla fine col metodo classico, cioè in ordine V.P.- M,P. e  M.P. della prima mano. Questi si affronteranno quindi in un girone unico col metodo danese.

Al termine della seconda partita, delle 16 coppie in gioco nel girone KO solo le 8 coppie vincenti proseguiranno per il terzo turno nel girone KO ( formando 4 tavoli) sfidandosi secondo classifica rispettando i parametri prima considerati.

Mentre le 8 coppie perdenti andranno ad integrarsi ed a confrontarsi con le 16 coppie già presenti  nel girone danese in modo da dare luogo ad una classifica unica del girone per consentire la formazione dei tavoli ( 12 tavoli ) per il terzo turno Danese.

Al termine della terza partita, delle 8 coppie in gioco nel girone KO solo le 4 coppie vincenti proseguiranno per il quarto turno nel girone KO  sfidandosi secondo classifica con le stesse regole prima considerate.

Mentre le 4 coppie perdenti andranno ad integrarsi ed a confrontarsi con le coppie già presenti  nel girone Danese in modo da dare luogo ad una classifica unica del girone per un totale di 14 tavoli questo per consentire la formazione dei tavoli per il quarto turno Danese.

 

Prima di iniziare il penultimo turno di gioco ( il quarto turno per questo esempio) i partecipanti verranno informati sulla formazione dei vari gironi di merito e relativi premi stabiliti per le varie categorie che andranno in vigore a partire dall’ultimo turno di gioco.

 

Alla fine del quarto turno le coppie vincenti dei 2 tavoli del girone KO si affronteranno in una partita libera a 2005 punti per l’assegnazione del 1° e del 2° posto del torneo, mentre le perdenti si affronteranno sempre in una partita libera a 2005 punti per il 3° e 4° posto.

Tutti gli altri tavoli continueranno nel girone Danese per determinare i vincenti per le varie categorie nei vari gironi di merito.

 

Si potrebbe verificare che il numero delle coppie iscritte formi un numero di tavoli diverso da 8, 16, 32, 64 per eccesso o per difetto, in tal caso solo per il secondo turno stilata la classifica si dovrà procedere al ripescaggio e/o esclusione di alcune coppie  per ripristinare il numero fisso dei tavoli per il secondo turno per poter consentire il regolare svolgimento del torneo, in questo caso il primo turno sarà un “TURNO DI QUALIFICAZIONE”.

 

Per quanto detto nel paragrafo precedente, nel caso in cui le coppie iscritte al torneo dovessero formare un numero di tavoli non sufficientemente soddisfacente tali da permettere dopo il primo turno l’esclusione o il ripescaggio di un numero elevato di coppie, ad insindacabile giudizio della Direzione del torneo, si procederà ad una modifica per quanto riguarda l’accesso-qualificazione al girone KO, modifica che consiste semplicemente nell’eseguire i primi 2 turni di gioco col metodo Mitchell, per stabilire dalla relativa classifica sui due turni effettuati quali sono i tavoli o coppie che proseguiranno per il circuito KO e quali per il girone Danese.

 

Con la certezza che quanto sopra esposto abbia chiarito o in parte risposto alle domande fatte circa le modalità e lo svolgimento per questo tipo di torneo, e che questa formula trovi in tutti,  in particolare tra chi per la prima volta si cimenta il gradimento che merita, tutto lo staff della Neapolis Burraco, ed io personalmente  vi ringraziamo per questo credito di fiducia che con la vostra partecipazione oggi ci avete dimostrato.

 

p.s. : Per eventuali ulteriori chiarimenti in merito non esitate a contattarmi al 3393136856 Francesco Lepre

SCATENA LA TUA PASSIONE PER IL BURRACO

SCATENA LA TUA PASSIONE PER IL BURRACO - Neapolis Burraco a.p.s/a.s.d.

Siamo a Napoli il sabato sera al American Hotel ed il venerdì a villa Casanova via Orazio 112 Napoli

SCATENA LA TUA PASSIONE PER IL BURRACO - Neapolis Burraco a.p.s/a.s.d.

F.I.Bur. Federazione Italiana Burraco